• Css Template Preview
  • Css Template Preview
  • Css Template Preview

LUIGI BONACCI

Investigatore privato Bari

Dall’esperienza  maturata in ambito militare e una  passione sempre viva  per il piacere di servire gli altri nasce Janus, una realtà che registra continui successi. Il titolare, Luigi Bonacci, fu arruolato nel prestigioso Corpo della Guardia di Finanza nel 1970 ed intraprese già dal 1973 la frequenza di specifici corsi di qualificazione professionale finalizzati, nel contempo, all’avanzamento ai superiori livelli di grado.

Dagli inizi del 1973 al giugno del 1976 è stato impegnato nel servizio operativo dello specifico settore “antidroga” ed “anticontrabbando” presso il Nucleo Regionale di Polizia Tributaria e Giudiziaria della Guardia di Finanza di Bari. Dalla data suddetta, e fino al 1977, ha svolto la propria attività di servizio presso il Nucleo Speciale di Polizia Valutaria di Roma.

Atteso gli importanti successi operativi conseguiti, e la propria affermazione professionale nel precedente incarico pugliese, veniva impiegato presso l’istituente Sezione Valutaria del predetto Nucleo di Polizia Tributaria di Bari.

Successivamente, avendo dimostrato alla Superiore Gerarchia di avere spiccate doti professionali nello specifico settore info – investigativo, veniva assegnato al “servizio occulto” della Guardia di Finanza, con sede in Roma (presso il Quartier Generale).

Grazie all’opportunità di servizio suddetta, che gli consentiva di avere “collegamenti” su tutto il territorio nazionale, nonché all’estero, veniva incaricato ad assolvere l’importante e delicata attività professionale presso il Gruppo investigativo Criminalità Organizzata (G.I.C.O.).

Per meglio lumeggiare la riservatezza professionale, si rappresenta che lo stesso, per l’assolvimento dei propri incarichi, era munito di apposito “Nulla Osta di Segretezza” (N.O.S.).

Nel 1992 con l’istituzione della Direzione Investigativa Antimafia (D.I.A.), veniva incaricato a svolgere la propria attività di servizio presso la predetta struttura interforze, fino al 1999, anno in cui decise di collocarsi in congedo con l’obiettivo specifico di mettere la propria esperienza, maturata con lo svolgimento dei delicati servizi sopra esposti, a disposizione dell’imprenditoria privata e del pubblico cittadino con la medesima professionalità impiegata nell’adempimento del servizio prestato per lo Stato e le Istituzioni, quale Ufficiale di P.G.

A tal proposito, con orgoglio, preme rappresentare che nei 29 anni di servizio svolti, gli venivano concessi numerosi riconoscimenti di ordine morale sia da parte di Autorità militari che Civili, come – vista la sede dell’attività in cui si esercita, l’Attestazione di Benemerenza concessa dal Consiglio Regionale della Puglia.

In data 22 dicembre 1999, il Prefetto di Bari, con determinazione nr. 957/16C/AAASG, gli concedeva apposita autorizzazione a gestire un istituto investigativo di informazioni ed investigazioni private nonché ad esercitare l’attività investigativa specificatamente tesa alla ricerca ed individuazione di elementi di prova da far valere nel contesto del Nuovo Processo Penale.